Postbiotica: con l’aiuto di InnoVitsLab la startup di Lifescience diventa un’azienda

schermata-2017-01-11-alle-18-36-45Postbiotica si occupa di sviluppare nuove terapie a base di derivati di batteri, ottenute grazie a un innovativo metodo di fermentazione, per prevenire e curare in modo naturale un ampio spettro di patologie: reazioni allergiche, malattie croniche dell’intestino, dermatologiche, oculari, del tratto uro-genitale ecc.

Nata come spinoff dell’Università Statale di Milano nel gennaio 2016, è stata co-fondata da Maria Rescigno, Direttrice del Programma di Immunoterapia dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO), che è Presidente dell’azienda. Nel 2017, Postbiotica è stata una dei 3 vincitori della seconda edizione di Bioupper, la call4ideas per idee innovative in ambito Lifescience promossa da Novartis e Fondazione Cariplo e gestita da PoliHub.

Il team, molto competente dal punto di vista scientifico, si è rivolto a InnoVitsLab per avere supporto nel diventare una vera azienda. Attraverso il servizio di Startup Checkup, InnoVitsLab ha aiutato Postbiotica a dare forma al proprio modello di business, a strutturarsi e presentarsi come un’azienda mettendo così le basi per proporsi a possibili investitori.

Comeeta, partner industriale di InnoVitsLab, ha riconosciuto il valore di PostBiotica e ha deciso di supportare la startup, sia attraverso un finanziamento di 200.000€, sia occupandosi della ricerca di un Direttore Generale che l’aiuti a crescere ulteriormente dal punto di vista commerciale e manageriale. Parte dell’investimento verrà erogato da una cordata di Angels, aggregati intorno a Comeeta, che comprende diversi Manager che hanno frequentato il percorso Startup Driving Experience (SDE) di InnoVitsLab. Grazie al percorso SDE, infatti, manager e professionisti possono avvicinarsi al mondo delle startup per trovare nuove opportunità professionali e di investimenti.

“Quando abbiamo conosciuto il team di InnoVitsLab e ci hanno fatto l’annosa domanda: ‘Qual è il vostro business model?’ Ci siamo subito resi conto che avevamo bisogno di training e di strutturarci per dare inizio al nostro progetto. InnoVitsLab ci ha aiutato su più fronti: ci ha fatto prendere coscienza del valore della nostra idea, che, senza l’adeguato supporto e capacità comunicative può essere geniale, ma non raggiungere nessun traguardo, e che avere molto bene in mente il proprio business model aiuta anche ad identificare i prossimi passi e a proporsi in maniera più efficace al mondo degli investitori’ ha spiegato Maria Rescigno, Presidente di Postbiotica.

‘Il progetto di Postbiotica ha un grande potenziale: come InnoVitsLab siamo felici di aver potuto supportare questa startup nella fase di maturazione del team e di sviluppo dell’azienda. Nel settore Lifescience sono diverse le startup con cui stiamo lavorando che si trovano nella situazione iniziale di Postbiotica: ottimi progetti di ricerca con team focalizzati sul prodotto che però necessitano di supporto per diventare aziende. Per essere ancora più vicini al mondo della ricerca abbiamo anche siglato una partnership con Bioindustry Park Silvano Fumero (link al post) per offrire servizi a startup e imprese nel settore farmaceutico, diagnostico e biomedicale’, ha dichiarato Stefano Mizio, CEO di InnoVitsLab.

Postbiotica sta oggi sviluppando una rete di contatti con potenziali partner sia italiani che internazionali per la vendita dei primi prodotti pronti per il mercato, un integratore alimentare per il trattamento delle malattie stagionali dell’infante e un collirio per la congiuntivite allergica.

Share

LEAVE A COMMENT

Your comment will be published within 24 hours.

(C) - a guud project