I 4 errori che bloccano la nostra carriera

Schermata 2016-03-02 alle 19.24.53 Tutti commettiamo errori durante la nostra vita lavorativa, ma alcuni sono più gravi di altri. Come sempre prendiamo spunto dai consigli del mondo anglosassone, grande guida di management, per commentare insieme 4 errori molto frequenti e purtroppo molto pericolosi per la nostra carriera.

Errore # 1: ripetere a se stessi che presto tutto migliorerà. Bisogna essere sinceri con se stessi: se da tempo vi ripetete che le cose presto miglioreranno e ve lo state ripetendo ormai da mesi o addirittura ..anni, beh, mi spiace, ma dovete smetterla di mentire a voi stessi. Certo cambiare lavoro non è divertente, trovarlo di questi tempi è difficile. Ma trovare un lavoro che vi piace è molto meglio che stare interminabili anni in un lavoro che odiate e che vi fa stare male. Il consiglio è:  smettete di concentrarvi su ciò che state perdendo se rimanete, e iniziate a pensare a ciò che guadagnate se ve ne andate. Fate una lista dei vantaggi! Vedere le cose nero su bianco fa stare meglio ed è il primo passo per smetterla di piangere su voi stessi e passare all’azione.

Errore  # 2: non chiedere mai niente. Qual è l’ultima volta che avete chiesto qualcosa in ufficio? Un cambiamento di orario? Un aumento? Un nuovo progetto? Naturalmente assumiamo che siate persone competenti e professionali, e allora se qualcosa vi disturba chiedete di cambiarla. Perché non fare niente? Che cosa avete da perdere non chiedendo? Nulla. E che cosa avete da guadagnare? Parecchio. L’esperienza dimostra che quando si chiede in generale si è ricompensati con qualche cambiamento positivo. E comunque avrete manifestato al vostro capo il vostro disagio. Che non si illuda che siete completamente soddisfatti! Ed ora il consiglio: fate la lista di ciò che vorreste cambiare e ricordatevi sempre di parlare di come il cambiamento sarebbe un vantaggio per l’azienda. Se si chiede di lavorare da casa sottolineate che sarete più produttivi (è verissimo!). Se state chiedendo un aumento fate notare quanto lavoro extra avete fatto a vantaggio dell’azienda.

Errore # 3: non migliorare le proprie competenze. Ci siamo passati tutti. Siamo arrivati a trovarci bene in un certo lavoro e questo dopo un po’ diventa routine. E così lentamente ci lasciamo andare. Il problema è che di conseguenza non solo non investiamo più nel nostro lavoro corrente, ma lo stiamo facendo per la nostra intera carriera. Ma purtroppo nessuno si preoccupa della nostra vita lavorativa, se non lo facciamo noi. In Inglese è ancora più chiaro: “no one really cares about your career more than you”. Il consiglio: è il momento di fermarsi e pensare ad un’area che si potrebbe sviluppare perché aiuterà la vostra carriera. Non deve necessariamente far parte del vostro attuale lavoro, ma può essere qualsiasi attività che ci sembra utile e interessante. E quindi muovetevi adesso verso quella direzione: iscrivetevi ad un corso, oppure fissate un appuntamento per parlarne col vostro capo o con chiunque altro vi possa aiutare. Compratevi un libro. Fate qualcosa per cominciare a muovervi, la vostra carriera vi ringrazierà.

Errore # 4: non espandere la propria comfort zone. In pratica tutti gli errori precedenti ricadono in questo perché comportano di affrontare alcuni disagi. I cambiamenti (e quindi i miglioramenti) sono difficilissimi da affrontare se abbiamo fatto del nostro lavoro una cassetta di sicurezza super confortevole. Per cambiare bisogna essere abituati ai disagi. Il meglio della vostra carriera sicuramente non capita nella vostra comfort zone, ma al di fuori. La buona notizia è che per fare questo non dovete fare cose folli, ma semplicemente abituarvi a lanciare a voi stessi delle piccole sfide, un po’ alla volta. In sostanza allenatevi a non essere troppo comodi. Cambiate ristorante, fate qualche lavoretto in casa che avevate sempre rimandato, organizzate qualcosa di divertente e diverso per i vostri amici e familiari, fate un percorso diverso per andare in ufficio, provate una nuova ricetta. Esagerate: andate a conoscere i vostri vicini. Il consiglio: scegliete adesso una cosa che potete fare oggi che vi sfida un po ‘, fate un piccolo cambiamento e fatelo diventare un’abitudine regolare. Più allargata sarà la vostra comfort zone, maggiori saranno le opportunità che verranno sulla vostra strada.

Carla Vegetti, Marketing Manager InnoVitsLab

Share
(C) - a citycenter project