5 consigli per motivare le persone

Schermata 2015-12-08 alle 17.23.16Il compito di motivare le persone del team spetta al capo, quindi se sei un manager eccoti alcuni suggerimenti pratici che sembrano abbastanza ovvi, ma spesso non sono utilizzati per mancanza di tempo e/o per mancanza di competenza manageriale. Anche se siete in una piccola impresa creata da poco, ben presto sarà necessario assumere nuovi collaboratori e l’inesperienza nella gestione delle persone può compromettere le dinamiche relazionali di un’azienda, che magari invece è molto forte sul lato prodotto. Riguardo a coloro che lavorano solo per i soldi, tenete presente che questi non sono capaci di trarre soddisfazione e orgoglio dal loro lavoro. La qualità di ciò che fanno sarà sempre solo il minimo indispensabile per portarsi a casa lo stipendio. Quindi sono da tenere alla larga. Ma purtroppo anche la carenza di motivazione può pericolosamente portare le persone che magari avevano un potenziale a diventare dei low-performer e ad abbassare la qualità del loro lavoro. Il trucco sta nel saper incoraggiare chi lavora e nel far sentire alle persone un legame personale con l’azienda e il senso di ciò che fanno. Ed ecco quindi i suggerimenti:

  1. Date sempre un feedback di ciò che fanno, identificando aree nelle quali possono migliorare. Date consigli e supporto per aiutarle. Gratificate il lavoro ben fatto per sviluppare il senso di aver fatto bene il proprio dovere.
  2. Offritevi di incontrarli quando vedete che fanno fatica e cercate di migliorare il loro morale se vedete che sono un po’ depressi. Ad esempio cercate di far loro vedere anche delle piccole cose positive che hanno fatto, facendo loro capire che si possono raggiungere buoni risultati anche in piccoli passi.
  3. Premiate le persone pubblicamente, ad esempio con un bonus. La motivazione è la chiave per lo sviluppo di un senso di orgoglio per il proprio lavoro.
  4. Fate meeting regolari per condividere le strategie dell’azienda, ma anche i risultati, sia buoni che cattivi, e cercate di far capire che anche le piccole cose possono influenzare il business globale. Utilizzate tabelle e grafici per mostrare, ad esempio, il legame tra l’aumento della qualità di un reparto di produzione con l’aumento delle vendite e il feedback favorevole dei clienti.
  5. Proponete corsi a quelli che ne hanno bisogno. Quando mancano gli skill necessari ovviamente non si può fare un lavoro di qualità ed è frustrante non avere gli strumenti necessari per fare bene il proprio lavoro.

Carla Vegetti – Marketing Manager – InnoVitsLab

Share
(C) - a citycenter project